Batman v Superman: Dawn of Justice

Bruce Wayne, potente miliardario di Gotham City e giustiziere sotto le spoglie di Batman, deve vedersela con Superman che, grazie ai suoi superpoteri kryptoniani, in passato ha salvato la Terra. Batman e Superman si fronteggiano in un duello d’altri tempi, ma dovranno fare squadra insieme a Wonder Woman per sconfiggere un nemico ben più letale.
    Diretto da: Zack Snyder
    Genere: fantasy
    Durata: 151
    Con: Ben Affleck, Henry Cavill
    Paese: USA
    Anno: 2016
6

Aspettavo Batman v Superman: Dawn of Justice ormai da quasi tre anni, precisamente dall’uscita di Man of Steel, il film che avrebbe dovuto dare nuova vita a Superman e all’universo DC. Aspettavo questo film forse da quando avevo dieci anni, come (forse) la maggior parte delle persone che sono corse al cinema con la speranza di vedere il cinecomix definitivo.

Batman V. Superman: Dawn Of Justice

Ci sono un milione di cose da dire su questo film, ma procediamo con ordine.

Cercherò di parlare dell’ultima fatica di Zack Snyder nel modo più obbiettivo possibile, per quanto mi risulti difficile.

Cominciamo dall’inizio, ovvero da Man of Steel (2013), il film scritto da Goyer e diretto da Snyder, quello che avrebbe dovuto fare di Superman un supereroe Nolaniano.

Le cose però non sono andate come previsto dalla Warner, il film fù un mezzo flop ricevendo diverse critiche, sia per problemi di sceneggiatura che di regia, sia per come veniva presentato il ”nuovo” Superman.

Un Superman per niente umano, molto alieno, che distruggeva città senza badare alle conseguenze.

La Warner provò quindi a riparare il danno con Man of Steel 2, che fu subito cancellato nel giro di pochi mesi per dar spazio a Batman v Superman, pellicola che avrebbe dovuto portare avanti la storia del film precedente, presentare Batman, farlo scontrare con Superman, introdurre Wonder Woman, Flash, Cyborg e creare le basi per Justice League, una roba da niente praticamente.

Snyder riesce nell’impresa.

Solo che lo fa in un modo pessimo, il film sembra un minestrone, con ingredienti messi a caso, senza una logica, assemblando tanti piccoli sketch che non si legano mai.

batmanvsuperman3

Nella prima parte il film è troppo discontinuo, Snyder stacca le scene una dopo l’altra e non riesci mai a entrare nel film o a uscirne.

Si passa da una scena all’altra senza un preciso nesso logico, dall’attacco di Zod a Bruce Wayne nel mezzo della distruzione di Metropolis, poi si passa a Superman, in seguito a Lex Luthor, poi di nuovo a Batman, e questo accade per la buona parte del film.

Manca la sostanza filmica, la passione per i personaggi; la cosa assurda è che sembra, che Snyder si preoccupi di più dell’inquadratura in slow motion con la collana di perle, dei personaggi stessi.

Nella seconda parte del film, accade quello che era già accaduto in Man of Steel. Le premesse della prima parte trovano sviluppo e le diverse trame si riuniscono in un unico filone narrativo, che risulta sempre molto confuso, per un’opera decisamente lunga, piena di cose infilate a forza, con un ritmo che non coinvolge lo spettatore in sala.

A tutto questo aggiungiamo la pessima sceneggiatura, e una trama piena di buchi narrativi, dove lo spettatore andrà a chiedersi ”perché?”.

batmanvsuperman2

Batman v Superman: Dawn of Justice è un film quindi privo di senso, che a parti annoia. Dal punto di vista visivo le città di Gotham e Metropolis risultano un’unica macchia indistinta, due città praticamente identiche, per non parlare poi dell’abuso del grigio sia nei paesaggi che nei costumi dei protagonisti, a stento riuscivo a distinguere i due eroi durante gli scontri. E se non bastasse tutto questo, c’è anche una scena (spoiler) veramente al limite del ridicolo, dove un personaggio si salva per puro caso.

Un film quindi che non ha convinto e che forse non convincerà neanche i nerd più nerd. Le poche cose che si salvano probabilmente sono un buon Ben Affleck che convince nel ruolo di Batman con la sua inespressività, anche una Wonder Woman notevole, grazie alla bellissima Gal Gadot, e un buon Jesse Eisenberg che però peggiora con il passare dei minuti.

In conclusione questo Batman v Superman assomiglia troppo al suo precedessore, dove troviamo un Superman sempre uguale e un Bruce Wayne troppo tormentato.

Sicuramente non il peggior cinecomix del mondo ma un film confuso, che pretende troppo, dove le cose migliori rimangono i trailer e l’attesa. Anche quest’anno la sfida tra gladiatori Marvel vs DC la vince la Marvel a mani basse.