Come ammazzare il capo 2

Tre dipendenti, Nick Dale e Kurt, oppressi dai datori di lavoro, decidono di mettere su un'attività in proprio. Ma un investitore spietato li lascerà al verde. I tre amici devono escogitare un piano per farla pagare all'investitore.
    Diretto da: Sean Anders
    Genere: commedia
    Durata: 108
    Con: Jason Bateman, Jason Sudeikis
    Paese: USA
    Anno: 2014
5.5

Come ammazzare il capo 2 è il seguito del film del 2011 Come ammazzare il capo … e vivere felici, che nel mondo aveva incassato più di 200 milioni di dollari. Il sequel era d’obbligo: ritroviamo, quindi, i protagonisti del primo film, Nick (Jason Bateman), Dale (Charlie Day) e Kurt (Jason Sudeikis), che hanno inventato un prodotto geniale, il “doccia amico”, e si accingono a venderlo sul mercato. Quando un imprenditore spietato, (Christoph Waltz), tenta di portarli sul lastrico, ordinandone prima centomila pezzi e poi ritirando l’ordine, i tre decidono di mettere in atto un elaborato rapimento per ottenere un riscatto e pagare i debiti.

bosses4

Il film cerca di mantenere lo spirito originario del primo capitolo, anche se non ci sono più capi. L’intento è chiaramente e soprattutto quello di far ridere lo spettatore, un obiettivo che la pellicola riesce facilmente a centrare. Numerosissime sono le scene esilaranti grazie alla complicità del trio Bateman – Day – Sudeikis, che è assolutamente ben assortito e che ricorda quello di Una notte da Leoni e di tante altre pellicole del genere demenziale (per risalire molto indietro, Week end con il morto). Il ritmo è veloce e la colonna sonora pop – rock scandisce le follie in cui i protagonisti rimangono coinvolti, o sarebbe meglio dire, impantanati. A tratti, però, forse volutamente, sembra che la pellicola dimentichi lo spettatore, perché i tre protagonisti sono così assorti nei loro deliri che diventa difficile seguirli.

bosses3

Come ammazzare il capo 2 è, quindi, una commedia demenziale, ma nel fondo del tunnel si vede un barlume di riflessione, che alla fine non guasta e dà al film qualcosa in più: vale a dire la presa di consapevolezza da parte dei protagonisti, e da parte dello spettatore, che nel sistema economico attuale l’essere imprenditori di se stessi nella maggior parte dei casi non significa essere indipendenti. La riflessione è, comunque, passeggera e veloce, perché bisogna far ridere. Tra le guest star del film ritroviamo Jennifer Aniston, Jamie Foxx e Kevin Spacey, già presenti nel primo capitolo, mentre entrano nel cast per la prima volta Chris Pine e, soprattutto, Christoph Waltz,  sempre bravissimo, sebbene oramai relegato dal cinema americano al ruolo del cattivo. Come ammazzare il capo 2 è, in conclusione, il film che fa al caso vostro siete alla ricerca di una pellicola senza troppe pretese e senza impegno: trascorrerete una serata rilassante e andrete a dormire con il sorriso.

A proposito dell'autore

Luthien Snow

Ha un passione che sfiora l'ossessione per Il Signore degli Anelli e i musical.